13.9 C
Roma
sabato, Dicembre 3, 2022

In linea da Bruxelles

In linea da Bruxelles

A CURA DI ORNELLA CILONA

LE PMI NEL PROGRAMMA DI LAVORO DELLA COMMISSIONE EUROPEA

“Making Europe stronger together” è il motto del programma di lavoro della Commissione europea per il 2022. Il quadro economico e sociale del Vecchio continente presenta ancora più ombre che luci: la ripresa non è dietro l’angolo, l’inflazione avanza e i nuovi posti di lavoro faticano ad arrivare. Rendere più forte l’UE significa anche intervenire sul tessuto imprenditoriale, che è stato duramente colpito in numerosi settori dalla recessione seguita alla pandemia. Per molte PMI gli ultimi due anni sono stati devastanti ma altre sono riuscite a reggere bene la crisi. Il Rapporto 2020 -2021 sulle aziende europee di minori dimensioni, preparato dalla Commissione UE, sottolinea, infatti, un loro andamento diversificato a livello di settori e di Paesi. I problemi maggiori li hanno, infatti, subìti quelle del turismo e della ristorazione mentre nell’informatica le piccole hanno retto bene il confronto con le “Big Tech”. Se guardiamo ai Paesi, emerge dal Rapporto che le PMI italiane e quelle dell’Europa dell’Est se la sono cavata peggio rispetto alle scandinavi, alle belghe e alle olandesi. Tenendo a mente i risultati del Rapporto, il programma di lavoro della Commissione europea per il 2022 elenca due priorità per le aziende di minori dimensioni. La prima è la messa in campo di misure per facilitare l’accesso al capitale, un problema che da sempre penalizza i piccoli imprenditori nell’UE rispetto ai grandi gruppi. L’aiuto nella transizione verde e digitale è la seconda priorità. Le PMI in molti Stati stentano ad adattarsi alle nuove regole in materia di energia verde e di difesa dell’ambiente. Anche sul digitale ci sono forti ritardi da scontare, se si considera che il numero di esperti informatici è addirittura diminuito nelle piccole e medie imprese europee rispetto al 2015. Queste due priorità saranno tradotte in fatti dalle risorse previste dai Fondi strutturali europei, da specifiche iniziative comunitarie e dai Piani nazionali per la ripresa e la resilienza.

Maggiori informazioni in:

www.europarl.europa.eu

I PROSSIMI BANDI REGIONALI PER LE PMI

UN BANDO DELLA REGIONE LAZIO PER LE IMPRESE INNOVATIVE NELLA CULTURA

Scade il 22 settembre del 2022 il bando Start Up DTC Lazio, che intende promuovere la nascita e lo sviluppo di imprese che realizzano attività ad alto contenuto tecnologico e innovativo per i Beni e le Attività Culturali, in linea con la strategia comunitaria in materia di transizione digitale. Il bando punta non solo alla valorizzazione di risorse umane qualificate (in particolare giovani e donne) ma anche allo sviluppo dell’ecosistema del Lazio impegnato sulla frontiera dell’Area di Specializzazione “patrimonio culturale e tecnologie della cultura” (“AdS Cultura”). La dotazione finanziaria è di tre milioni di euro e prevede un contributo a fondo perduto, suddiviso in due quote, per le piccole imprese laziali che superano la selezione. La prima quota, di non oltre 100mila euro, è legata all’importo dei conferimenti di capitale in denaro appositamente sottoscritti e versati per realizzare il Piano di attività agevolato. La seconda quota è pari a ventimila euro per ogni nuovo assunto qualificato con contratto a tempo indeterminato o determinato (in questo caso della durata di almeno dodici mesi). Sul portale della società in house della Regione Lazio Innova sono disponibili le modalità per accedere al bando. Ulteriori informazioni possono essere richieste chiamando il numero verde 800 98 97 96 o scrivendo a infobandi@lazioinnova.it

Maggiori informazioni in:

www.lazioinnova.it

Riaprono le domande per usufruire del Fondo rotativo per il piccolo credito della Regione Lazio:

Dalla fine di gennaio è possibile presentare di nuovo le domande per l’accesso al Fondo rotativo per il piccolo credito della Regione Lazio. L’obiettivo del Fondo è quello di fornire risposte rapide alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) con esigenze finanziarie di minore importo, minimizzando costi e tempi e semplificando le procedure d’istruttoria e di erogazione. Il Fondo rotativo per il piccolo credito ha una dotazione di 72,2 milioni di euro, provenienti in buona parte dal programma regionale finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per il periodo 2014-2020. Il costo totale ammissibile del progetto non deve essere inferiore a diecimila euro. Il finanziamento agevolato può coprire fino al 100% dell’investimento. Ulteriori informazioni possono essere reperite sul portale Fare Lazio, riservato a chi intende accedere alle agevolazioni di natura creditizia previste dalla Regione Lazio. Le richieste di accesso al Fondo possono essere presentate esclusivamente online su questo portale, accedendo alla pagina dedicata.

Maggiori informazioni in:

www.farelazio.it

Prossimo articolo

Più Popolari

Il capitale artistico di Zeno

Il capitale artistico di Zeno Reduce dal successo della fortunata serie tv Blanca, andata in onda sui Rai 1, nella quale interpretava l’ispettore di polizia...

Siamo pronti per la ripresa

Siamo pronti per la ripresa Intervista a Carmine Daniele, nuovo Responsabile Area Governo Crediti Speciali e Retail della nostra Banca: “ai nostri soci e clienti...

Tra natura e città

Tra natura e città Le sue origini risalgono addirittura al III secolo dopo Cristo. Poi, nel corso dei millenni, la Basilica è diventata depositaria di...

Enzo Badioli

Enzo Badioli l' uomo della cooperazione Un secolo fa nasceva Enzo Badioli (1921-2021), un protagonista assoluto della storia della nostra Banca e, più in generale, del...

Un percorso straordinario

Un percorso straordinario Il 23 dicembre scorso si è tenuta la “Festa degli auguri”, che ha coinvolto tutto il personale della Banca, seppure a distanza....

Insieme contro il caro-energia

Insieme contro il caro-energia Banca di Credito Cooperativo di Roma e Unindustria insieme per supportare le imprese Laziali con un mutuo destinato ad affrontare le...

Un grande senso di appartenenza

Un grande senso di appartenenza Una grande partecipazione, un grande senso di appartenenza. È quello che stiamo riscontrando nelle riunioni locali che abbiamo ripreso a...

È il momento di dare una mano

È il momento di dare una mano Il Credito Cooperativo italiano, fedele alle sue radici solidaristiche, si sta muovendo per aiutare la popolazione ucraina travolta...

La nuova agenzia di Cittadella

La nuova agenzia di Cittadella Inaugurati i nuovi locali della filiale di Cittadella, ora posti in zona centrale. Il Vicedirettore Generale Francesco Petitto...

Cooperativa Osa la missione dell’assistenza

Cooperativa Osa la missione dell’assistenza Nata nel 1985 per prendersi cura dei malati di AIDS, Osa è divenuta uno dei principali player italiani nel settore...