Premio Roma 2018

La diciannovesima edizione della prestigiosa manifestazione culturale ha visto la premiazione, tra gli altri, di Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro, in prima linea nella lotta alle mafie. Il riconoscimento gli è stato consegnato dal Presidente BCC Roma Francesco Liberati e da Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

Si è svolta lo scorso 12 giugno la diciannovesima edizione del Premio Roma, manifestazione culturale istituita nel 2000 per iniziativa dell’Associazione Ostia Cultura e del prof. Aldo Milesi e che viene celebrata ogni anno con una suggestiva cerimonia nell’Aula Magna dell’Università di Roma “La Sapienza”. È stato un evento di grande spessore, a conferma di una vitalità e di un interesse conquistato nel tempo con il convinto sostegno di BCC Roma.

Premiati anche quest’anno uomini della cultura, dello spettacolo, delle istituzioni e della letteratura. In particolare il premio a Nicola Gratteri, assegnato per la lotta alla criminalità organizzata, è stato consegnato dal Presidente BCC Roma Francesco Liberati e da Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Gli altri riconoscimenti sono stati assegnati ad Alberto Angela per la promozione delle meraviglie italiane nel mondo, a Giuliano Amato per il 70mo anniversario della nascita della Costituzione Italiana, a Diego Della Valle, per la promozione dell’imprenditoria italiana nel mondo, ad Andrea Riccardi in occasione del 50° anniversario di fondazione della Comunità di Sant’Egidio, a Federica Mazzucca per la ricerca in campo oncologico.

Assegnato a Vincenzo Barone (Direttore della Normale di Pisa) il Premio Roma Urbs Universalis e a Frank Carruet (Ambasciatore del Belgio in Italia) il Premio Roma-Bruxelles.

Sono stati consegnati anche i premi delle due sezioni editoriali in concorso: per la narrativa Forsennatamente Mr Foscolo di Luigi Guarnieri e per la saggistica Il Caos italiano di Paolo Mieli.