Master in “Banking and Finance”

Alle soglie della XIX edizione, il Master Universitario di II livello in “Banking and Finance” (Master BA.FI.) rappresenta una delle esperienze formative post lauream più longeve all’interno del panorama universitario italiano. Ed è soprattutto in grado di favorire un rapido inserimento lavorativo dei neolaureati

Nato nel 2002 dall’intuizione e dal certosino e sapiente lavoro di tre colleghi – ma soprattutto amici –, il Prof. Pietro Giovannini, la Prof.ssa Paola Leone ed il Prof. Maurizio Vincenzini, il Master BA.FI., fin dalle primissime edizioni, ha saputo qualificarsi come percorso formativo di eccellenza nelle area del risk management e della gestione finanziaria delle banche e delle compagnie di assicurazione, in grado di favorire un rapido inserimento lavorativo dei neolaureati e la crescita professionale di practitioners che si interfacciano con il servizio di gestione integrata dei rischi, con l’area finanza, con la programmazione ed il controllo, con la divisione clienti di banche e imprese di assicurazioni. Nel corso delle edizioni precedenti il corpo docente, che vede affiancarsi a professori universitari qualificati esperti dei settori specialistici, ha favorito lo sviluppo di percorsi didattici coerenti con i fabbisogni emergenti dal mondo dell’intermediazione finanziaria.

Nell’attuale contesto competitivo e di mercato, la proposta formativa del Master è stata infatti riprogettata e riformulata per permettere ai partecipanti di acquisire una professionalità e delle competenze operative indispensabili per operare all’interno dei settori bancario ed assicurativo. Il Master BA.FI. crea professionisti del management finanziario, della gestione dei rischi di banche e assicurazioni; permette di acquisire i principi di advanced analytics e data science, le novità regolamentari, le tendenze evolutive del framework in materia di rischi e capitale e gli impatti strategico-operativi di questo; gli strumenti e le technicalities per la misurazione e gestione dei rischi finanziari e non finanziari (cyber risk, misconduct risk, ecc).

Il governo (anche integrato) dei rischi è, sin dalla prima edizione, il principale focus del Master BA.FI; trattasi di un’attività che, nel mercato competitivo globale, è sottoposta ad una forte spinta evolutiva e ad un’importante pressione regolamentare; è destinataria di nuovi compiti e responsabilità, è sempre di più coinvolta nel processo di pianificazione strategica nel guidare il cambiamento regolamentare interno, colmare i gap di competenze all’interno dell’impresa (finanziaria e non), diffondere la cultura dei controlli e del rischio.

Ad oggi, le istituzioni, le banche e le assicurazioni, le associazioni professionali e gli enti che considerano il Master l’interlocutore privilegiato nelle fasi di recruitment di figure professionali ad elevato potenziale sono testimoni di come Master BA.FI. sia stato sempre in grado, negli anni, di raggiungere gli obiettivi formativi prefissati. Diversi sono i fattori che giustificano tale efficacia, sebbene tra questi degna di particolare menzione è la ferma convinzione che la creazione di competenze manageriali e professionali “tailor made” per l’industria bancaria e assicurativa richieda una stretta sinergia tra accademia e i principali attori del settore dell’intermediazione finanziaria.

Le conoscenze e le competenze tecniche di accademici e practioners di elevato standing permettono, da sempre, ai partecipanti al Master di usufruire di una formazione ad alto valore aggiunto che tenta di combinare insieme, in un quadro armonico e articolato, framework teorici, norme, implicazioni strategico-organizzative, tool di misurazione, gestione e controllo. Laboratori applicativi dedicati all’approfondimento delle competenze tecniche e informatiche, business case e testimonianze d’aula arricchiscono le lezioni frontali che rappresentano, per i partecipanti, momenti di confronto e crescita professionale.

Per venire incontro alle esigenze dei partecipanti che già operano nel settore dell’intermediazione finanziaria, si è preferito collocare le lezioni in orario pomeridiano (dalle ore 16:00 alle 20:00), dal martedì al venerdì, con possibilità di svolgere lezioni anche di sabato (dalle ore 09:00 alle 13:00).

Tra i diversi partner che hanno contribuito sia al sostegno economico per la copertura della quota di partecipazione al Master degli allievi più meritevoli, sia al placement degli stessi tramite stage, project work e percorsi di inserimento e di crescita professionale, BCC Roma si segnala per la costante e importante presenza fin dalla prima edizione; infatti, la Fondazione Enzo Badioli ha erogato borse di studio, riservate a soci e ai figli dei soci della BCC Roma, facilitando in tal senso lo sviluppo ed il rafforzamento delle loro competenze professionali Trattasi sicuramente di una via privilegiata per alimentare l’humus culturale del sistema delle BCC, fornire un importante impulso all’innovazione, alla rigenerazione di competenze e conoscenze tecniche del sistema utili a garantire la sostenibilità del business del credito cooperativo nell’attuale contesto di mercato. Il supporto della BCC ha permesso di far crescere professionalmente giovani talenti che in genere, hanno trovato collocazione operativa all’interno del mondo del credito cooperativo stesso.

La durata complessiva del Master è pari ad un anno accademico. Il Master prevede, dopo una formazione comune, due percorsi specialistici (curricula):

• il percorso in Professional Risk Management per le Banche (PRMB), il cui Referente scientifico è la Prof.ssa Pasqualina Porretta;

• il percorso in Professional Risk Management per le Imprese di Assicurazione (PRMIA), il cui Referente scientifico (nonché Direttore del Master) è il Prof. Fabrizio Santoboni.

Il curriculum Professional Risk Management per le Banche (PRMB) si propone di formare futuri professionisti in grado di operare nella finanza dei mercati e nella corporate finance con un orientamento specialistico alla misurazione e gestione dei rischi finanziari.

Il curriculum Professional Risk Management per le Imprese di Assicurazione (PRMIA) si propone di formare figure professionali capaci di gestire la fitta rete di relazioni con cui si trovano a dover interagire per la costruzione del prodotto/servizio da offrire alla clientela, per la definizione delle politiche di investimento e per la gestione dei rischi tipici dell’intermediario assicurativo.

La domanda di partecipazione al Master deve essere presentata entro il 15 gennaio 2020 secondo le modalità previste dal Bando disponibile sul sito del Dipartimento di Management (https://web.uniroma1.it/dip_management/didattica/master/master-banking-and-finance).

L’ammissione al master è condizionata dal superamento di una prova di ammissione che consiste:

• nella valutazione dei titoli;

• in un colloquio tecnico e motivazionale;

• nella verifica della conoscenza delle lingue straniere.

I colloqui di selezione si terranno il 17 gennaio 2020 a partire dalle ore 10,00 presso la Facoltà di Economia, Dipartimento di Management.