Impressionisti Segreti

Ospitata presso Palazzo Bonaparte, aperto eccezionalmente al pubblico, la mostra è un’opportunità unica per ripercorrere la storia dell’Impressionismo tramite cinquanta capolavori di grandi artisti quali Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Gauguin e tanti altri

È una doppia offerta culturale quella che arricchirà Roma fino all’ 8 marzo 2020: l’apertura al pubblico di Palazzo Bonaparte, spazio Generali Valore Cultura, che ospita la prima mostra sugli Impressionisti Segreti, ovvero quei capolavori noti a tutti ma nascosti nelle più grandi collezioni private del mondo.

Palazzo Bonaparte è uno splendido edificio barocco in Piazza Venezia che prende il nome da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone, che vi abitò fino al 1836. Da sempre utilizzato come residenza privata, oggi diventa accessibile al pubblico grazie alla partnership tra Generali Italia e Arthemisia.

Berthe Morisot, Devant la psyché, 1890

Impressionisti Segreti, la prima mostra ospitata a Palazzo Bonaparte, è un’opportunità unica per ripercorrere la storia dell’Impressionismo tramite cinquanta capolavori di grandi artisti quali Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Gauguin e tanti altri, custoditi nelle più importanti collezioni private e generosamente prestati solo per questa straordinaria occasione.

Alfred Sisley, Tournant du Loing à Moret. Primtemps, 1886

Un affascinante viaggio alla scoperta del movimento artistico più emozionante e coinvolgente della storia dell’arte, tra fermo-immagini di una Parigi di fine Ottocento, seducenti ritratti di donne dell’élite dell’epoca e pennellate di luce vibrante.

Camille Pissarro, Gardener standing by a Haystacck, overcast sky, Eragny, 1899

La cura della mostra è affidata a due esperte di fama internazionale: Marianne Mathieu, direttrice scientifica del Musée Marmottan Monet di Parigi (sede delle più ricche collezioni al mondo di Claude Monet), e Claire Durand-Ruel, discendente di Paul Durand-Ruel, colui che ridefinì il ruolo del mercante d’arte e primo sostenitore degli impressionisti.

Camille Pissarro, Les grands hètres à Varengeville, 1899

P.A. Renoir, Portrait de Madame Josse-Bernheim, Dauberville (née Mathilde Adler), 1901

La mostra Impressionisti Segreti è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia, gode del patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dell’Ambasciata di Francia in Italia e della Regione Lazio.

P.A. Renoir, Pins aux environs de Cagnes, 1910 circa

P.A. Renoir, Paysage a la Roche-Guyon, 1887