Al via il “Laboratorio delle idee”.

È partito il concorso che premia i progetti dei giovani soci. Vediamo come si articola

Il “Laboratorio delle idee” è il concorso dedicato alle ragazze e ai ragazzi fino ai 40 anni di età, promosso dal Laboratorio Giovani Soci della Bcc di Roma e dalla Fondazione Enzo Badioli. L’obiettivo è quello di premiare una start-up, vale a dire una nuova iniziativa imprenditoriale, o anche di premiare un progetto di sviluppo di un’attività imprenditoriale già avviata. Che sia nel settore dell’agricoltura, della cooperazione, dell’artigianato, la Bcc di Roma con il concorso ha voluto nuovamente mettere in campo un segnale di attenzione ai giovani.

Sono infatti tre le categorie che potranno partecipare: i giovani soci della Bcc di Roma fino ai 40 anni di età, i figli dei soci della Bcc di Roma che non abbiano compiuto 40 anni di età prima del 1 gennaio 2020 o gli studi professionali o le ditte individuali costituite da meno di 5 anni e che siano riconducibili a un giovane socio. Si avrà tempo fino al 16 ottobre per inviare il proprio progetto e poter così partecipare al concorso. A raccogliere le domande saranno le agenzie stesse, anche per fornire eventuali chiarimenti e per non perdere quel contatto umano diretto con i soci che caratterizza l’operato della Bcc. Inoltre saranno le agenzie stesse a rilasciare un primo parere, non vincolante, sulla bontà del progetto.

Tre i premi che saranno consegnati:

• giovani Soci: euro 2.500;

• figli di Soci: euro 2.500;

• impresa già costituita da Soci o figli di Soci: euro 5.000.

Oltre al premio Bcc di Roma metterà a disposizione un finanziamento in microcredito di 25mila euro a tasso zero per l’avvio dell’attività o l’ampliamento di quella esistente. Il finanziamento, infatti, come stabilito dal bando, potrà servire ad esempio anche per l’acquisto di beni strumentali all’attività, per corsi di formazione, per un programma di digitalizzazione della propria attività. Si parla quindi di un ampio ventaglio di possibilità messe a disposizione del giovane socio. A valutare i progetti, in base a tutti i criteri riportati nel bando, sarà una commissione composta da tecnici della Banca, che redigerà anche una graduatoria sulla base dei punteggi registrati. Il tutto entro la fine di dicembre 2020.

Prosegue quindi l’attività del Laboratorio che negli ultimi anni si è dedicata alla formazione dei giovani soci, puntando a far conoscere loro quali opportunità vengano messe oggi a disposizione dai fondi statali e regionali e di quello che può fare la Bcc di Roma per agevolarne l’accesso. Il naturale percorso di questa scelta non poteva non portare a un concorso per aiutare quanti, tra i tanti giovani soci della Bcc di Roma, vogliano avviare una loro attività. A loro va il grande “In bocca al lupo” del Laboratorio.