Da Roma a dintorni

Ecco le prossime visite guidate per il 1° semestre 2016 dedicate ai soci e ai dipendenti BCC Romapalazzo braschi1

Domenica 14 febbraio 2016. Prenotazioni dal 26 gennaio (posti limitati)

Palazzo Braschi, scrigno della storia di Roma

Palazzo Braschi, realizzato tra fine Settecento e inizio Ottocento, è stato recentemente sottoposto a lavori di ristrutturazione che hanno restituito l’originale splendore all’imponente architettura e allo scenografico cortile. Elemento architettonico caratteristico di Palazzo Braschi è lo scalone monumentale ornato con statue neoclassiche, stucchi e fregi barocchi. Palazzo Braschi è sede del Museo di Roma che, per ricchezza e vastità delle collezioni esposte, è l’istituzione più significativa per la conoscenza della storia di Roma dal Medioevo agli inizi del Novecento. Il percorso prevede la visita alla mostra su Polidoro da Caravaggio, che sarà allestita nelle sale espositive del Palazzo, e della straordinaria Alcova di Palazzo Torlonia preservata dalle distruzione di quest’ultimo nel 1903 e appositamente ricollocata all’interno di Palazzo Braschi.

Domenica 17 aprile 2016. Prenotazioni dal 29 marzo (posti limitati)

Correggio e Parmigianino alle scuderie del Quirinale

La mostra immerge i visitatori nella straordinaria stagione dell’arte parmense della prima metà del Cinquecento, con Correggio e Parmigianino come protagonisti indiscussi. Del Correggio sono presenti capolavori che mostrano tutta la carica emotiva e la dolcezza espressiva dei personaggi, siano essi sacri o mitologici. Della stessa natura i soggetti presenti nelle opere del Parmigianino, di cui sono esposti anche gli spettacolari ritratti. Inoltre un’accurata selezione mette in evidenza l’approccio radicalmente diverso dei due maestri alla pratica del disegno: quella funzionale al dipinto di Correggio e quella più ricca di Parmigianino, che faceva dei suoi disegni opere finite, eseguite con abile estro e creatività.

Sono esposti anche dipinti e disegni di altri pittori della Scuola di Parma a dimostrazione che, tra i notevoli effetti della presenza a Parma di Correggio e Parmigianino, ci fu proprio l’emergere di una cerchia di allievi e discepoli altrettanto talentuosi.

Domenica 15 maggio 2016. Prenotazioni dal 3 maggio

Il Parco della Caffarella Fuori dal tempo,  dentro la città

Il Parco della Caffarella, parte integrante del Parco Regionale dell’Appia Antica, è luogo privilegiato di visita per le vestigia di storia millenaria in un habitat inalterato, fra miti, leggende, macchia mediterranea e prati, popolati da numerosa fauna. Il Parco, nella valle del sacro fiume Almone, collegato alle origini mitiche di Roma, fu nominato “Caffarella” dall’omonima famiglia che ne divenne proprietaria alla metà decaffarella_vaccareccia_01l ‘500.

In età romana l’attuale Parco raggiunse il suo apogeo, con la costruzione di sepolcri, templi e grandi ville. Nel Medioevo e nei secoli successivi ebbero invece sviluppo attività artigianali, con la trasformazione delle rovine romane e l’edificazione di nuovi casali e mulini.

Degli splendori passati sono attualmente visibili il Sepolcro di Annia Regilla, il Ninfeo di Egeria, dedicato al culto delle divinità fluviali, la chiesa di S. Urbano, sorta su un tempio romano dedicato a Cerere, ciò che rimane del famoso Bosco Sacro. Sono più recenti, invece, il Casale della Vaccareccia (metà XVI sec.) e i Casali dell’ex Mulino e di Vigna Cardinali, esempio di villa della campagna romana dell’800, oggi adibito a centro di accoglienza.

Domenica 29 maggio 2016. Prenotazioni dal 17 maggio (posti limitati)

Una gita a Ferentino fra acropoli, chiese e antichi  palazzi

Ferentino, in rilevante posizione sulla valle del fiume Sacco, conserva vivide testimonianze architettoniche della sua lunga storia, di cui fu protagonista soprattutto in epoca romana e medievale.

ferentino

Di epoca romana sono i resti del Mercato Romano e l’imponente Acropoli sulla cui spianata sorge la Cattedrale, di origine romanica trasformata nel ‘600, con austera facciata e decori cosmateschi all’interno. Ben conservata è tutta la Ferentino medievale, circondata da mura stratificate nel tempo, a partire dall’epoca preromana, con torri e porte significative, quali la Porta Sanguinaria, la Porta di Sant’Agata e la Porta Montana. Il centro storico racchiude numerosi palazzi, come quello Consolare e Vescovile, e chiese, come Santa Maria Maggiore, con elegante facciata adorna di rosone e solenne interno a tre navate, e la Chiesa di S. Francesco, con affreschi di epoche diverse. La quota comprende il viaggio in pullman, ingressi e pranzo al ristorante.

Domenica 12 giugno 2016. Prenotazioni dal 24 maggio

Una giornata al Bioparco di Roma

bioparco tigre

Una giornata al Bioparco è l’occasione per grandi e piccini di ammirare e conoscere più di 200 specie animali fra mammiferi, uccelli, rettili e anfibi provenienti dai 5 continenti. Inoltre, il Bioparco di Roma è l’unica struttura zoologica italiana ad ospitare alcuni esemplari come la tigre di Sumatra e il drago di Komodo. Quasi tutte le aree sono state ampliate, restaurate e arricchite da installazioni ludico-didattiche che evidenziano le caratteristiche più salienti di ogni specie. La vegetazione, ricca di piante rigogliose ed insolite, fa da cornice al percorso di visita e, riproducendo quanto più possibile l’habitat naturale, migliora le condizioni di vita degli animali ospiti del Bioparco. La visita è organizzata in collaborazione con la Cooperativa Sociale “Le mille e una notte”.

bcc 1_51