in linea da Bruxelles – in arrivo nuove risorse comunitarie a favore dell’innovazione nelle pmi

La Commissione europea ha deciso di investire nel 2017 otto miliardi e mezzo di euro nella ricerca e sviluppo, una parte consistente dei quali sarà riservata alle piccole e medie imprese. I fondi provengono dal programma UE “Horizon 2020”, che intende rendere maggiormente competitiva l’industria europea. Secondo i dati più recenti, infatti, solo il 22% delle aziende UE di minori dimensioni che partecipano a progetti transnazionali sono innovative. Sono soprattutto due i bandi dedicati alle PMI previsti quest’anno. Il primo considera strategica la “clean production” (produzione pulita), vale a dire le nuove tecnologie manifatturiere che permettono di ridurre i livelli di inquinamento e il consumo energetico causati dall’attività produttiva. Questo bando permette quindi alle piccole e medie imprese dell’industria di accedere a tali tecnologie, con l’obiettivo di renderle più forti nella competizione globale. Un secondo bando metterà invece a disposizione delle PMI europee finanziamenti per l’acquisto di macchinari e servizi avanzati negli Stati Uniti, in Giappone e in Corea, tre Paesi dove si concentra il maggiore potenziale innovativo del mondo. Alla fine dell’anno scorso, inoltre, EASME, l’agenzia esecutiva per le PMI istituita dalla Commissione europea, ha realizzato una mappa interattiva che permette di ricercare in modo semplice i progetti finanziati dal Programma Horizon 2020, filtrandoli per tema, Stato membro, tipo di progetto, anno e ammontare delle risorse. Per ognuno di essi c’è il link dedicato. Questo servizio, purtroppo solo in inglese, è disponibile sul sito di EASME ed è pensato in modo specifico per le aziende di minore dimensione dell’UE.

Maggiori informazioni in:

http://www.apre.it

LA RETE ENTERPRISE EUROPE NETWORK AL SERVIZIO DELLE PMI EUROPEE

 

Fra il 2017 e il 2018 Bruxelles intende fornire a settemila aziende europee di piccola e media dimensioneun pacchetto di misure mirate a favorirne l’innovazione. Enterprise Europe Network (EEN), una rete di esperti e specialisti in materia, valuterà le PMI prescelte sul modo in cui gestiscono le nuove tecnologie e poi fornirà loro una serie di servizi “su misura” per incrementarne il potenziale innovativo. In Italia, EEN può contare su sei consorzi, operanti su tutto il territorio nazionale, che condividono un sito in lingua italiana. “Con l’aiuto di un consulente di Enterprise Europe Network” si legge nella pagina dedicata “è possibile predisporre azioni specifiche per il miglioramento dell’innovazione: dagli aspetti strategici alla cultura interna, dal coinvolgimento dei dipendenti agli incentivi utilizzati, dal tasso di successo di nuovi prodotti e servizi alla gestione delle idee e agli strumenti per finanziarle”. Le piccole e medie imprese italiane interessate possono prendere contatto con il consorzio EEN operante nella loro regione.

Maggiori informazioni in:

http://www.een.italia.eu

FINANZIAMENTI COMUNITARI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

UN BANDO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI LAZIALI

La Regione Lazio ha pubblicato alla fine dell’anno un bando per l’internazionalizzazione delle piccole e medie aziende del territorio. Dei cinque milioni di euro a disposizione, quattro provengono dal programma operativo regionale relativo al Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) per il periodo 2014-2020 e il rimanente da risorse regionali. Obiettivo del bando è quello di favorire l’apertura ai mercati esteri per le aziende di minore dimensione, di qualunque settore. Possono partecipare le realtà produttive singole o in forma associata che, in caso di accoglimento della domanda, potranno contare su un contributo a fondo perduto. Cooperazione industriale, promozione, partecipazione a fiere, acquisizione di servizi specializzati sono alcune delle attività finanziate dal bando. Le PMI singole devono presentare un progetto per un valore non inferiore ai 50mila euro. Questo tetto minimo sale a 100mila euro per le associazioni d’impresa. Le risorse sono disponibili da metà febbraio fino al loro esaurimento. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito di Lazio Innova (la società in house della Regione) oppure telefonare al numero verde 800-989796. A riprova dell’impegno dimostrato dall’amministrazione regionale per quanto riguarda l’internazionalizzazione delle PMI vi sono un sito e una rete di sportelli molto utili al riguardo. Lazio international è un portale specifico della Regione Lazio, che offre l’opportunità di ricevere le ultime notizie direttamente sulla propria casella di posta elettronica. Vi è poi Lazio Sprint, una rete di sportelli nata dall’accordo siglato dieci anni fa dalla Regione e dall’allora Ministero del Commercio estero. Situati in tutte le province del Lazio, questi sportelli forniscono non solo informazioni ma anche servizi di consulenza e assistenza personalizzata a tutte le PMI che vogliono espandere la propria attività al di fuori dei confini nazionali.

Maggiori informazioni in:

http://www.lazioinnova.it

http://www.laziointernational.it/